mercoledì 28 maggio 2008

Fascisti Razzisti e Intolleranti


Così ci giudica il rapporto di Amnesty International sulla situazione dei diritti umani in Italia...
Come dargli torto???

Partiamo da ieri...
Ragazzi dei collettivi studenteschi della Facoltà di Lettere avevano ottenuto la sospensione di un convegno sulle Foibe a cui avrebbe dovuto partecipare Roberto Fiore, leader di Forza Nuova e condannato negli anni di piombo per associazione sovversiva e banda armata (pensò bene di scappare in Inghilterra.
Mentre i ragazzi stavano attaccando manifesti nei quali ribadivano la loro presa di distanza dal fascismo sono stati aggrediti da 5 esponenti di Forza Nuova armati di tirapugni e mazze ferrate arrivati a bordo di un auto nolleggiata.

Domenica, invece, c'era stato un attacco neonazista al quartiere Pigneto di Roma dove un banda di uomini armati di spranghe di ferro aveva compiuto una vera e propria spedizione punitiva contro i negozianti extracomunitari della zona in seguito al furto di un portafogli ad opera di un fantomatico Mustafà.

Sabato sera invece i neonazi se l'erano presa con il conduttore di una trasmissione radiofonica a tematica gay e l'avevano mandato all'ospedale intimandogli di smetterla.

In questi giorni inoltre il neosindaco di Roma Alemanno (che porta sempre al collo una croce celtica) aveva proposto durante un consiglio comunale di intitolare una strada a Giorgio Almirante, leader storico dell' MSI, del quale si celebra il ventennale dalla morte.
Per chi non conoscesse Almirante e il suo pensiero consiglio di leggere la neutra pagina di Wikipedia.
Per chi non avesse voglia di leggerla vi lascio una citazione presa dalla stessa pagina tanto per farvi comprendere il personaggio:

« Noi vogliamo essere, e ci vantiamo di essere, cattolici e buoni cattolici. Ma la nostra intransigenza non tollera confusioni di sorta […] Nel nostro operare di italiani, di cittadini, di combattenti – nel nostro credere, obbedire, combattere – noi siamo esclusivamente e gelosamente fascisti. Esclusivamente e gelosamente fascisti noi siamo nella teoria e nella pratica del razzismo »

Risalgono a un paio di settimane fa i fatti di Ponticelli dove gente del posto in seguito al tentativo di rapire una bimba da parte di una Rom(fatto peraltro abbastanza vago) aveva pensato bene di lanciare Molotov e dare fuoco ai campi Rom della zona, in una guerra tra pezzenti che ha avuto come risultato la fuga degli zingari da Ponticelli.(Vicenda che è divenuta oggetto di dibattito al parlamento europeo).

Il nostro Governo, che ha condannato tutti questi episodi, intanto ha varato un decreto legge nel quale introduce nel codice penale il reato di immigrazione clandestina non considerando affatto tutti i clandestini che in Italia vengono per lavorare da sfruttati e sottopagati per imprenditori della civilissima Italia.


Vincere le elezioni facendo leva sulla paura e sull'insicurezza generale è facile. Governare basandosi su questi punti è pericoloso: il pericolo si chiama deriva razzista e xenofoba.
Vogliamo davvero tornare così indietro????

Per concludere vi lascio queste parole di Bertold Brecht:

"Prima di tutto vennero a prendere gli zingari e fui contento perchè rubacchiavano.
Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
Poi vennero a prendere gli omosessuali e fui sollevato perché mi erano fastidiosi.
Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
Un giorno vennero a prendere me e non c’era rimasto nessuno a protestare."

11 commenti:

Anonimo ha detto...

Giusto, Almirante era razzista. Ma sentite un pò cosa diceva Giorgio Bocca nel 1942 :
«Sarà chiara a tutti, anche se ormai i non convinti sono pochi, la necessità ineluttabile di questa guerra, intesa come una ribellione dell’Europa ariana al tentativo ebraico di porla in stato di schiavitù […] Questo odio degli ebrei contro il fascismo è la causa prima della guerra attuale. La vittoria degli avversari solo in apparenza, infatti, sarebbe una vittoria degli anglosassoni e della Russia; in realtà sarebbe una vittoria degli ebrei. A quale ariano, fascista o non fascista, può sorridere l’idea di dovere, in un tempo non lontano, essere schiavo degli ebrei?».

Molto interessante vero ? Il capo della resistenza Bocca ?

Vale un detto : il più sano ha la rogna !

MICHELE ha detto...

Su Almirante pienamente daccordo. Sui fattacci de la sapienza causati dai ragazzi di forza nuova, pure. Su ponticelli e pigneto no: prima di parlare di razzismo e xenofobia bisogna mettersi nei panni di chi vive nelle periferie delle grandi città (soprattutto Roma e le città del nord-este), di chi è circondato da questo esercito di senza nome, clandestini senza arte ne parte pronti a tutto pur di tirare avanti.

Ti riporto due "ritagli" da La Repubblica di oggi: nel primo potrai leggere le parole del capo della polizia manganelli al senato, nel secondo quelle dell'aggressore del pigneto che si è oggi costituito.Spero che ti possano aprire gli occhi: solo perchè vivi a Napoli dove i reati di clandestini sono una piccolissima percentuale, non puoi innalzarti a moralizzatore e additare con "Razzisti" persone impaurite ed esasperate. Non è una questione politica: basta incolpare la destra, la sinistra.... la priorità è la sicurezza degli italiani.

1)MANGANELLI: "è VERGOGNOSA L'INCERTEZZA DELLA PENA"
Dal primo gennaio a oggi, "sono stati fermati 10.500 immigrati clandestini, per i quali è stata avviata la procedura di espulsione: ma solo 2.400 di loro hanno trovato posto nei Centri di permanenza temporanea", ha riportato Manganelli commentando: "E' un dato che io trovo inquietante, perché significa che oltre 8 mila clandestini sono stati 'perdonati' sul campo essendosi visti consegnare un foglietto su cui c'è scritto 'devi andar via', che equivale a niente".... Secondo i dati resi noti dal prefetto, il 30 per cento degli autori di reato di criminalità diffusa sono immigrati clandestini. Una media nazionale che va disaggregata: se al sud i reati commessi da clandestini incidono relativamente poco, al nord e in particolare nel nord est "si toccano picchi del 60-70 per cento".

2)Raid Pigneto, si è consegnato
l'uomo intervistato da Repubblica.
Non sono né di destra né di sinistra, sono per i grandi uomini come Ernesto Che Guevara", ha aggiunto parlando ai microfoni di Repubblica Tv. L'uomo poco prima di recarsi in questura ha detto davanti alle telecamere che in quello che ha fatto la politica non c'entra.

"Io quei ragazzi che erano con me non li conosco - ha sottolineato - L'ho fatto per il quartiere e per una cosa mia personale. Avevano rubato un portafogli a un'amichetta". A chi gli chiedeva della sua appartenenza politica Chianelli ha risposto: "La politica leviamola di mezzo, non mi ha mai interessato. E' tutta una cazzata. Quello che è accaduto dopo è tutta una cazzata organizzata dai centri sociali e da Pifano. L'ho fatto per lo schifo che c'è al Pigneto: basta andare al commissariato di Porta Maggiore e vedere le denunce fatte dai cittadini".
Dopo due ore di colloquio con gli investigatori della Digos, Dario Chianelli ha lasciato gli uffici della questura di Roma. "Ho chiarito la mia posizione, quel giorno non c'è stato nessun razzismo, nessuna xenofobia e nessuna questione politica", ha detto ai giornalisti

Tarallino ha detto...

ke caspita di discorso è????
il senso di insicurezza (causato in gran parte dai mezzi di informazione) non giustifica atti di violenza...
Al Pigneto per colpa di un extracomunitario che aveva rubato un portafogli sono stati sfasciati negozi di persone che pagano regolarmente i contributi e uno di loro è stato mandato all'ospedale...
A Ponticelli dove da sempre regna la Camorra il tentato rapimento(fatto peraltro da verificare...ho visto il tg e dicevano che la rom era entrata da 1 porta lasciata socchiusa come si usa da quelle parti ??????????????????????????????) ha scatenato la reazione degli abitanti che hanno cercato di bruciare vivi tutti i rom del luogo.......
Penso che sia indispensabile fare le giuste distinzioni....
L'insicurezza non giustifica la violenza e la xenofobia....
vi farei venire tutti un po qua a napoli....
qua è la gente del posto ke commette reati...
secondo voi si sta meglio???????
vieni vieni

MICHELE ha detto...

che a napoli la gente del posto fa gia skifo si sa...... pero' tu devi immaginare cosa significa vivere nella periferia di una grande città. Se sei ragazza piglialo un treno d inverno che va in periferia a roma..... vai a fare la spesa a famagosta a milano.... e poi se dobbiamo giustificare la zingara di ponticelli ke ha tentato di rubare una bambina per il fatto che la porta era socchiusa...... rabbrividisco! Facciamo tutti quanti i filosofi e pensatori.. una maglia di che guevara addosso... e andiamo in giro a cantare le canzoni. La verità è ben diversa: non possiamo essere l unica nazione d europa aperta a tutti, con una legislazione che favorisce la clandestinità molesta... NN è una questione di partito politico: bisogna pensare a come uscire da questa situazione. Quelli del pigneto nn hanno fatto casino per un portafoglio.... era la goccia ke ha fatto traboccaree il vaso. Gente che viveva in un quartiere alla periferia di roma, un paesino se vogliamo.. si è trovata in pochi anni sommersa da questa immigrazione clandestina.... scippi furti e quant altro sono aumentati a vista d'occhio..... che poi al raid hanno contribuito persone col viso coperto spinte da altre motivazioni è verissimo, e va condannato.... ma il tizio del pigneto era uno kon le palle piene.

Tarallino ha detto...

miche' mi spiace ma sei razzista e non te ne accorgi nemmeno...
Parli in generale di immigrati, di napoletani, di zingari....
L'esempio di Napoli era per farti capire che i delinquenti c sono dappertutto e non hanno 1 etichetta o una nazionalità specifica..
riguardo la questione della porta socchiusa non era affatto una giustificazione alla rom quanto piuttosto un 'osservazione su quanto un tg possa manipolare una notizia e influenzare la mente di molti(non penso affatto che a ponticelli sia abitudine lasciare le porte socchiuse)....
Il razzismo secondo me comincia quando si considera tutto uguale un popolo o una classe sociale....
come dici tu NON importa il partito politico (figurati che io non m sento rappresentato da nessuno), ciò che importa veramente è il rispetto per le persone.
Servono sicuramente delle regole e soprattutto dei controlli, nessuno lo mette in dubbio; ma di queste cose se ne può occupare solo lo Stato.
Chi cerca di farsi giustizia da solo non può avere giustificazioni, lo stato deve proteggerci, non un mezzo boss del pigneto o un paio di wagliuni dei clan di ponticelli....
non si tratta di essere filosofi e pensatori, o di girare con la maglietta del che a cantare canzoni(mi sembra un ragionamento abbastanza fascista), si tratta semplicemente di avere rispetto per la persona in sè.
Chi sbaglia deve pagare, ma è lo stato che deve assicurare la certezza della pena.
Chi sta qua e lavora, magari sfruttato e emarginato deve essere riabilitato e trattato come un cittadino qualsiasi, ne più ne meno.
Spesso la delinquenza è causata proprio dall'emarginazione e dal degrado sociale( vedi Napoli).
Detto questo...
Peace and Love
Un bacione mikè

Gianfranco ha detto...

Provare a non essere "razzista" di questi tempi penso che sia più difficile di "comunisteggiare" o parlare di un' utopica convivenza in un meltinpot difficile come quello in cui si ritrova il nostro stivale. Eh si, ho detto provare, non riuscirci, visto che il riscontro giornaliero della vita di tutti i giorni ci porta a fare i conti con questa gente e non con pagine di scrittori, storici o filosofi vissuti chissà in quale epoca. Inutile dire che ogni giorno giornalisti più o meno attendibili da questa o quell'altra emittente lanciano allarmi e mettono sotto i riflettori fatti che non avrebbero avuto la stessa valenza mediatica in alri periodi. Io parlo di esperienza vissuta, non di "quella rom che ha rapito la bambina" o delle centinaia di denuncie verso extracomunitari che commettono questo o quel reato. Possibile che l'italia sia diventato un paese così di merda (concedetemi il termine)? Voglio solo mettervi al corrente di quello che mi è successo a due passi da casa mia nella zona sud di Milano.
Ore 1.30pm...tranquillamente tornavo a casa mia in auto con la mia ex ragazza e un amico; la strada è buia ma è la solita di sempre; un largo vialone con qualche dosso di rallentamento e un curvone cieco a destra. La solita strada di sempre..curvo a destra... ed ecco... vedo camminare in lontananza 5-6 ragazzi vestiti di scuro con cappucci in testa...vabbè non mi preoccupo li vicino c'è l'ingresso di uno dei campi nomadi autorizzati di Milano...saranno i soliti zingari che ritornano al loro campo, non mi preoccupo. Nemmeno il tempo di formulare questa ipotesi e uno del gruppetto si scaglia davanti alla mia macchina per fermarla...CAZZO...sono proprio tra due dossi di rallentamento e il mio tachimetro segna 20km/h...sono lentissimo sarebbe inutile accelerare...sterzo bruscamente a sinistra, nel frattempo il simpatico figuro di etnia rom (ops volevo dire zingaro di merda) è già sul mi cofano, la sua faccia a una quarantina di centimetri dalla mia separata solamente dal vetro anteriore della mia macchina...lo vedo scivolare verso la parte destra del cofano..scivola anche dal cofano, si attacca alla portiera anteriore (per fortuna l'auto ha le chiusure automatiche di marcia) e cerca di forzarla...la mia ex urla ed è nel panico...nel frattempo 1 altro figuro cercava di aprire la portiera posteriore tenuta bloccata saldamente da Gabriele...riusciamo a scappare.
Mettiamo caso che non fossi riuscito a scappare...sarei stato protagonista dell'ennesimo fatto di cronaca in un servizio di StudioAperto?
Vi rendete conto? Vogliamo aprire gli occhi o no?
Perchè questa gente di merda deve essere nel nostro paese? C'è una sola ragione buona? Hanno portato mai qualcosa di buono questi zingari in Italia?? Eh penso proprio di no...E che non venisse a nessuno in mente di confrontare l'immigrazione di questa gentaglia con l'esodo degli anni 30 degli italiani verso gli USA...noi siamo stati trattati a calci in culo per quello che abbiamo fatto...perchè noi dobbiamo sempre accogliere tutti a braccia aperte e porgere l'altra guancia?
meditate gente meditate...
e voglio vedere se ancora difenderete stè merde quando verranno a minacciare la vostra stessa libertà di ITALIANI in territorio ITALIANO.

MICHELE ha detto...

parli sempre come un filosofo... "peace and love". "Ci deve pensare lo stato"..... "sei un fascista"..... sempre le stesse cose.. E intanto sempre frasi fatte: "Il razzismo secondo me comincia quando si considera tutto uguale un popolo o una classe sociale...."
E tu nn fai un tutto uguale delle gente equiparando chi magari reagisce per esasperazione a chi invece ha la svastica tatuata e va in giro ad ammazzare per piacere? Nn ti basta dire ke deve pensarci lo stato per chiamare tutti razzisti o fascisti. Sappiamo tutti anche che napoli è frutto di una condizione sociale disagiata..... sappiamo tutti che anche che la condizione di chi lascia il proprio paese per inseguire un sogno è difficile.... è un totale degenero... una mentalità malata che si diffonde. La situazione è complessa. Di certo è compito dello stato..... ma di certo nn si puo' attaccare ed accusare un intero popolo di razzismo. La situazione è sfuggita di mano allo stato...... Se poi a te fa comodo dire peace and love, mettere le maglie con l arcobaleno per sentirti meglio fallo pure.... napoli sara la città vivibile che è come le periferie delle altre città d italia saranno quei posti d accoglienza e di integrazione di cui tu parli. Niente leggi.... niente di niente. La tua è utopia, pura utopia. La clandestinità non è sinonimo di certo di integrazione: vedi le periferie parigine e roghi dello scorso anno, vedi le migliaia di sparatorie di ogni giorno a londra o la ny degli anni 80, il posto piu pericoloso al mondo (ceravamo anke noi... ad esportare insieme a a tanta brava gente la nostra mafia... ci siamo integrati solo dopo 40 anni grazie alle leggi ke scacciavano ki voleva solo delinquere). Che ti devo dire... PEACE AND LOVE...

Tarallino ha detto...

penso ormai sia inutile discutere...
chiami anke il tuo amiketto a dare la sua testimonianza diretta...
Per "peace and love" intendevo ke non volevo fare questioni con te..
cercavo solo uno scambio di opinioni e niente più...
insomma niente di personale...
mi sembra che la tu la stia pigliando come una questione personale.
vuoi che ti dia ragione???
HAI RAGIONE.HAI RAGIONE.
poi vorrei precisare una cosa...
io non sono di nessun partito politico...
nè arcobaleno, nè un cazzo...
io dico semplicemente quello ke penso...
non "comunisteggio" come dice sto cazzo di gianfranco...
Intanto vi do 1 consiglio....
iscrivetevi a Forza Nuova se non siete già iscritti...sembra rispekki a pieno le vostre idee...
per voi è talmente assurdo pensare che una persona va rispettata come tale e non va giudicata dall'etichetta che qualkuno gli ha attaccato addosso ma per come si comporta?????
ho paura di si...
gianfranco pensi che uno zingaro debba essere per forza brutto sporco e cattivo????
mi spiace quello che t è successo; ma secondo te tutti gli zingari sono uguali???gli immigrati irregolari e no si alzano tutti la mattina e pensano cosa devono inventarsi per venire in culo all'italiano virtuoso e rispettoso delle leggi???
aprite gli occhi...
Andatevi a leggere il rapporto di amnesty international(non penso siano filosofi o comunisti).
PS. gianfranco vedi che Brecht non è "vissuto in chissa quale epoca", è vissuto durante il nazismo in Germania e quello la citazione che ho inserito nel post rappresenta a pieno quello che sta succedendo qua in Italia e quello che pensano tante persone come te e michele...

MICHELE ha detto...

vabuo nn volevo fare casini ne storie varie. volevo solo farti capire che prima di parlare devi capire come vanno le cose in altre zone d italia... detto questo nn sono di certo razzista, fascista o naziskin.. e penso ke la mia opinione e condivisibile

Frank-O ha detto...

Imparate prima a parlare e a scrivere in ITALIANO, prima di definirvi tali!

Ma la vogliamo finire con questa cazzo di difesa della nostra razza di merda?
La vogliamo finire con questa voglia di giustizia fai da te?
Nel nostro paese c'è una situazione del cazzo, perchè siamo gente del cazzo!
Abbiamo la migliore COSTITUZIONE del MONDO e non siamo in grado di sfruttarla in maniera positiva, anzi i vostri cervelloni leghisti pensano come modificarla!

Mi dispiace terruncielli miei il NORD vi ha fatto male...

Tarallino ha detto...

Mo basta però..........
Lo dobbiamo chiudere sto blog del cazzo??????????
Se deve stare aperto solo per litigare tra noi lo buttiamo nel cesso...
parlate su msn...
basta commenti per favore